I Renacci, San Giovanni Valdarno

 

Renacci

Uscendo da San Giovanni e dirigendosi verso Castelfranco di Sopra, un bivio sulla sinistra ci conduce a Renacci, toponimo che probabilmente deriva da renaccio, ovvero sabbia, di cui è costituito il colle sui si poggia questa tenuta.

La storia del luogo si fonde con quella della famiglia fiorentina dei marchesi Rinuccini e poi con la famiglia Corsini di Firenze, da cui prenderà il nome. La Villa Corsini, costruita tra il XVIII e XIX secolo, faceva parte di una grande proprietà che constava di circa cinquantasei case coloniche. In prossimità della villa è la chiesa di San Silvestro, decorata con raffinati stucchi e arricchita da un imponente campanile al cui interno spicca una tela raffigurante il Matrimonio mistico di santa Caterina d’Alessandria firmata da Jacopo Negretti detto Palma il Giovane. Il tutto è circondate da un magnifico parco di querce e lecci secolari.